Come andare sullo snowboard: 5 consigli per principianti

Sogni di surfare sulla neve ma non sai da dove cominciare? Ecco qualche consiglio per imparare ad andare sullo snowboard.

La prima domanda da porsi è: che cos’è lo snowboard? Lo snowboard un’attività che consiste nel “cavalcare” una tavola di legno laminata sulle piste da sci in maniera trasversale, come i surfisti sulle onde. Come il surf, lo snowboard è uno sport che sta diventando sempre più popolare. I motivi che spingono molti sciatori, ma anche principianti assoluti delle discipline invernali, a praticare lo snowboard sono sicuramente l’elemento novità, la libertà di movimento data dalla tavola e dall’assenza di racchette da sci e la flessibilità di utilizzo su qualsiasi tipo di neve.

Sei pronto a imparare ad andare sullo snowboard? Il team di CheckYeti ha preparato per te 5 consigli fondamentali per rendere ancora più semplice la tua iniziazione al mondo dello snowboard.

È davvero necessario seguire un corso per imparare ad andare sullo snowboard?

Un maestro di snowboard insegna le basi a 4 aspiranti rider seduti sulla neve.
Affidarsi a un maestro di snowboard significa avere la sicurezza di imparare correttamente le varie posizioni e i movimenti sulla tavola

Assolutamente sì! Un corso di snowboard è fondamentale per imparare le corrette posizioni e i movimenti adeguati per snowboardare sulle piste. È possibile seguire un corso di snowboard di gruppo oppure delle lezioni private, a seconda delle preferenze personali. Mentre in un gruppo, il supporto dei compagni è uno degli elementi fondamentali che sprona il principiante a migliorare, in un corso privato sono i consigli mirati e l’attenzione dedicata dell’istruttore di snowboard che promuovono l’apprendimento.

Mentre amici e conoscenti possono fornire al principiante consigli basati solo sulle proprie capacità, il maestro di snowboard di professione offre suggerimenti specifici basati sulle competenze stesse del principiante e sull’esperienza nell’insegnamento. Un altro vantaggio è, inoltre, la possibilità di affrontare le proprie paure supportati da un esperto nel campo, che ha i mezzi e le conoscenze necessarie a vincerle.

Anche la scelta del comprensorio sciistico dove imparare ad andare sullo snowboard è importante: La località deve infatti presentare piste adatte ai principianti, preferibilmente nei pressi degli alloggi, e lezioni adatte a ogni livello, per permettere agli aspiranti rider di seguire quelle più adatte alle proprie capacità. L’area sciistica di Cortina, ad esempio, è perfetta con le sue aree dedicate e l’ampia offerta di corsi di snowboard di gruppo e di istruttori privati.

Bambini e snowboard: quando iniziare?

Una bambina scivola sulla sua tavola da snowboard lungo un pendio dolce.
I bambini devono vivere le nuove attività come un gioco divertente

Lo snowboard, come lo sci, è un’attività che può essere proposta ai bambini già a partire dall’età di 3-4 anni (per età inferiori è sempre meglio chiedere un parere all’istruttore stesso). L’importante è introdurre l’attività come un gioco, per valutare se il bimbo può essere interessato o meno a questo sport.

Le scuole di sci offrono corsi di snowboard per bambini sia di gruppo che con maestri privati. Entrambe le opzioni offrono un metodo di insegnamento basato su attività e giochi divertenti, ma mentre il gruppo è ideale per i bambini socievoli, che amano imparare in compagnia, le lezioni private sono perfette per i bimbi più timidi, che preferiscono avere l’attenzione dedicata di un istruttore.

A Bardonecchia i bambini possono partecipare ai corsi di snowboard di gruppo a partire dai 4 anni, ma già dai 2 alle lezioni con maestro di snowboard privato.

Qual è l’attrezzatura da snowboard ideale?

Un ragazzo sceglie la sua tavola da snowboard tra una vasta selezione.
Peso, altezza, scarponi e finalità: gli elementi fondamentali per scegliere la tavola da snowboard ideale

Caldi, asciutti e protetti: questi sono gli aggettivi da tenere a mente durante la ricerca dell’attrezzatura da snowboard perfetta! Per questo motivo è meglio optare per una tuta da neve, da abbinare a strati termici inferiori, come una calzamaglia e calzini di lana. I guanti da neve sono indispensabili per proteggere le mani, mentre gli occhiali da sci o da snowboard sono fondamentali per preservare gli occhi dal sole e dal vento sulle piste.

Gli scarponi da snowboard devono essere aderenti, ma allo stesso tempo comodi: se troppo grandi non forniranno una base stabile, se troppo stretti, bloccheranno la circolazione. Il casco protegge la testa, quindi è necessario che sia della misura giusta; in Italia è obbligatorio per i minori di 14 anni, ma in qualità di principiante, il casco è fortemente consigliato a qualsiasi età.

Come scegliere la tavola da snowboard? Per la scelta della prima tavola da snowboard è sempre meglio affidarsi agli esperti del settore, sia per l’acquisto che per il noleggio. Generalmente, gli elementi tenuti in considerazione sono le caratteristiche fisiche del principiante e le sue abilità tecniche. Da questi valori si potrà stabilire il grado di rigidità, la lunghezza e la larghezza della tavola da snowboard ideale per questa persona.

Presso le scuole di Livigno è possibile noleggiare l’attrezzatura da snowboard più adatta alle proprie caratteristiche fisiche e tecniche, grazie al parere di un team di esperti.

Quali sono le tecniche di base dello snowboard?

Una ragazza sullo snowboard in procinto di cadere sulla neve.
Imparare a cadere correttamente aiuta a migliorare il controllo dei movimenti

Sono 4 i movimenti fondamentali che si imparano durante le lezioni di snowboard per principianti: stare sulla tavola, curvare, frenare e cadere. La posizione di base da tenere sullo snowboard consiste nel mantenere il corpo in linea con la tavola, le braccia aperte e rilassate, ginocchia leggermente piegate e peso distribuito su entrambi i piedi, inseriti negli attacchi. Solo la testa è girata verso la discesa.

Facendo una leggera pressione sul piede dominante, si inizia a scivolare lungo il pendio. L’importante è mantenere la schiena dritta in ogni momento. Per curvare è necessario spostare leggermente il peso sui talloni o sulle dita dei piedi, a seconda della direzione in cui si vuole curvare. Per frenare bisogna portare la tavola da snowboard in posizione perpendicolare alla pista, spostando il peso all’indietro.

Cadere fa parte dell’apprendimento: l’importante è capire come cadere! Quando l’equilibrio viene a mancare, sarebbe meglio cercare di cadere all’indietro, invece che in avanti, al fine di potersi “sedere” sulla neve, senza dover bloccare la caduta con le mani.

Durante le primissime lezioni di snowboard, gli istruttori delle scuole di Folgarida forniranno ai principianti suggerimenti e trucchi per imparare ancora più semplicemente queste tecniche di base.

Sei regular o goofy?

2 giovani sullo snowboard saltano assieme sulla neve.
Che tu sia goofy o regular, il divertimento sullo snowboard è sempre assicurato!

Determinare il proprio piede dominante è uno dei primi passi per imparare ad andare sullo snowboard. Questo piede, infatti, sarà posizionato nella parte frontale della tavola e condurrà la discesa. Conoscere il proprio piede dominante determina quindi come posizionarsi sulla tavola, in posizione regular o goofy.

Regular significa avere il piede sinistro come dominante, mentre goofy ha il destro. Essere destrorsi o mancini non sempre è indicativo di quale sia il piede dominante. Un semplice metodo per scoprirlo è stare in piedi, con i piedi leggermente divaricati, e farsi spingere delicatamente da dietro da un amico. Il primo piede che si muove in avanti è quello dominante.

Goofy o regular, a Sestriere gli istruttori di snowboard sapranno suggerirti il metodo migliore per imparare a surfare sulle piste.

 

Eleonora from CheckYeti

Nata e cresciuta tra il Mar Adriatico e le Dolomiti, la mia prima vacanza sulla neve è stata a 5 anni: dal bob sono passata agli sci, dal nastro trasportatore alla seggiovia. Le piste sono diventate la mia seconda casa.