Le 5 cose che si devono assolutamente fare a St. Moritz

Emozionanti gare di sci, après-ski fino alle prime ore del mattino, panorami alpini impressionanti e piste perfettamente preparate. Cosa potreste chiedere di più? La località sciistica di Corviglia, a St. Moritz, attira ogni anno amanti degli sport sulla neve provenienti da tutto il mondo. La tradizionale località di villeggiatura è situata in un’alta valle delle Alpi svizzere e può essere raggiunta in meno di 4 ore dalle città di Zurigo, Berna, Innsbruck e Milano.

St. Moritz, ha decisamente numerosi punti di forza. Il team di CheckYeti ha esaminato più da vicino le numerose possibilità che offre una vacanza sciistica a St. Moritz. Giusto in tempo per la Coppa del Mondo di sci femminile FIS, vi presentiamo le 5 migliori cose che dovete fare una volta nella vita a St. Moritz:

Coppa del Mondo di sci a St. Moritz: un evento di classe

Un corridore sulla Corviglia all'annuale gara annuale di Coppa del Mondo FIS a St. Moritz.
Le signore dello sci mondiale si misurano sul Corviglia, la montagna di St. Moritz, nelle discipline Discesa libera e Super-G © AUDI FIS Alpine Ski World Cup / swiss-image.ch / Alessandro della Bella

Ogni anno, quando la neve imbianca le montagne engadinesi e gli impianti di risalita funzionano a pieno ritmo, St. Moritz ospita un evento di altissimo livello: la gara femminile di Coppa del Mondo di sci alpino FIS. Anche per l’inizio della stagione invernale 18/19 la gara si svolge tradizionalmente sul tracciato dei campionati mondiali “Engiadina”, appositamente preparato. Il punto di partenza è la stazione a monte del “Munt da San Murezza”. Da qui gli atleti coprono un dislivello di circa 600 m fino al traguardo. Oltre alla classica gara di Super-G, per la prima volta quest’anno si terrà anche lo slalom parallelo, la cui classifica sarà inclusa in quella della singola Coppa del Mondo.

Le gare dell’8 e 9 dicembre saranno accompagnate da una serie di eventi. Già il venerdì ci saranno diverse feste e un concerto gratuito del rapper svizzero Nemo. Il clou del sabato è il Super-G; diversi DJ e un concerto di Pegasus creano l’atmosfera giusta. Domenica, dopo la cerimonia di premiazione, si terrà una grande festa post-gara.

Imparare a sciare a St. Moritz: una delle stazioni di sport invernali più famose al mondo

Due sciatori sulle piste di St. Moritz.
St. Moritz è conosciuta in tutto il mondo dagli sciatori © 2014 Engadin St. Moritz Mountains – Andrea Badrutt

St. Moritz è considerata il detentore dei record della maggior parte dei Campionati del Mondo di Sci, già 5 volte, negli anni 1934, 1948, 1974, 2003 e nel 2017, l’élite dello sci ha combattuto qui per un posto sul podio. Non sorprende quindi che il comprensorio sciistico St. Moritz – Corviglia sia conosciuto in tutto il mondo come uno dei migliori. Le numerose piste di media difficoltà intorno al Piz Nair sono la base ideale per gli sciatori meno esperti, mentre le piste nere del comprensorio sciistico sono ideali per gli sciatori più esperti. Ogni venerdì c’è un’attrazione speciale per tutti i nottambuli: sul ghiacciaio del Corvatsch si può sciare sulla pista illuminata più lunga della Svizzera fino alle 2 del mattino.

Se volete migliorare la vostra tecnica di sci sulle varie piste di St. Moritz, potete farlo con l’aiuto di un maestro di sci privato. Questi non sono solo adatti per i principianti, ma aiutano anche gli sciatori più esperti a perfezionare la loro tecnica sciistica e a correggere eventuali errori di tecnica. Un grande vantaggio dei maestri di sci privati è che possono concentrarsi completamente sulle capacità e le esigenze dello sciatore e possono adattare il programma del corso individualmente. In questo modo i progressi sono visibilmente più rapidi. I maestri di sci conoscono inoltre il comprensorio sciistico meglio di chiunque altro e vi mostrano i luoghi particolarmente belli del comprensorio sciistico, che spesso non è facile trovare se si scia da soli.

Maggiori informazioni sui corsi privati di sci a St. Moritz >

Consiglio CheckYeti: se volete alternare gli sci ai pattini, i posti migliori per farlo sono St. Moritzsee, Stazersee, Lej Marsch e Champfèrersee. In questi luoghi si può ammirare un raro fenomeno naturale: il ghiaccio nero. LIl colore nero del ghiaccio è causato da temperature sotto lo zero di lunga durata e dall’assenza di neve ed è un fenomeno apprezzato da tutti i pattinatori della regione.

Après-ski: per trascorre serate da (e con) i VIP

St. Moritz di notte.
A St. Moritz la notte diventa giorno

Oltre ad essere una delle migliori aree sciistiche, St. Moritz è anche uno dei luoghi perfetti per il doposci, non per niente è conosciuta anche come al St. Tropez d’inverno. Per saperne di più sui migliori pub, i club più interessanti e le migliori location per festeggiare con i VIP, abbiamo selezionato i migliori 3 Après-Ski a St. Moritz:

    1. Dracula Club: probabilmente il club più misterioso delle Alpi
      Chiunque voglia entrare in questo club ha bisogno delle giuste conoscenze. L’ammissione è infatti concessa solo ai soci e ai loro amici. Solo in estate le porte si aprono a tutti i visitatori del “Festival da Jazz”. Il club è stato aperto negli anni ’70 da Gunter Sachs, e ancora oggi garantisce un’atmosfera rilassata.
    2. King’s Club: vedere e farsi vedere
      Il club del Badrutt’s Palace Hotel è il più antico di St. Moritz, qui il motto è: vedere ed essere visti. Ecco perché non è raro imbattersi in una celebrità. In inverno il club è aperto tutti i giorni dalle 22:30. La festa va poi avanti fino alle prime ore del mattino.
    3. Stübli: pub tradizionale con musica dal vivo
      Il pub dell’Hotel Schweizerhof è conosciuto come un accogliente ristorante dove si può concludere la giornata con una (o più) birra(e). Il pub è aperto tutti i giorni (tranne il lunedì) dalle 20:00 alle 2:00 circa, l’ingresso è generalmente gratuito. Dalle 22:00 si suona di solito musica dal vivo.

    Cresta Run: il predecessore dello skeleton

Partecipante della Cresta Run di St. Moritz.
Praticare il Cresta diventa una vera e propria dipendenza per chiunque abbia iniziato © ENGADIN St. Moritz / swiss-image.ch /JR Larraman

Lo sci non è l’unico sport che ha reso St. Moritz una delle località di sport invernali più popolari. La Cresta Run, considerata la disciplina che ha preceduto lo skeleton, è un tipo di slittino in cui gli atleti guidano a capofitto attraverso un canale di ghiaccio a velocità fino a 140 km/h. La differenza rispetto allo skeleton è che le gare qui si svolgono su una pista di ghiaccio naturale.

La pista, che porta lo stesso nome della gara, ha una lunghezza di circa 1200 m, gli atleti devono superare un totale di 10 curve durante la corsa. Se percorrete la famigerata curva “Shuttlecock” ad una velocità troppo elevata, potete mettere alla prova le vostre capacità di volo. Anche se doveste non farcela ad affrontare la curva Shuttlecock, l’inclusione nello Shuttlecock Club è una consolazione. Questo club è composto da tutti gli atleti che hanno fallito alla curva Shuttlecock. I soci ricevono la propria “cravatta Shuttlecock” e gli abbonamenti annuali per il grande spettacolo.

Consiglio CheckYeti: da dicembre a marzo ci saranno più di 30 gare sulla Cresta Run. Chiunque voglia correre attraverso il canale di ghiaccio come un siluro può farlo a partire dai 18 anni. I primi 5 viaggi costano 600 CHF, l’attrezzatura è già inclusa nel prezzo.

Bernina Express: Dai ghiacciai e dalle palme

Il Bernina Express percorre il Lago Bianco nelle Alpi svizzere.
Il Bernina Express lungo il Lago Bianco – un’attrazione per grandi e piccoli © Rhaetische Bahn / swiss-image.ch / Christoph Benz

Se volete prendervi una pausa dallo sci e avete voglia di fare una gita di un giorno, il Bernina Express è un must. La linea ferroviaria collega Coira, più precisamente Davos, con Tirano, in Italia e conduce dall’imponente ghiacciaio del Rätikon al paradiso delle palme in Italia. La via di montagna più alta delle Alpi attraversa 55 gallerie e oltre 196 ponti, e dall’estate 2008 fa addirittura parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Ampie finestre panoramiche offrono una vista mozzafiato sulle Alpi svizzere.

Da St.Moritz a Tirano dura circa 2 ore e comprende l’Ospizio Bernina, la stazione più alta della rete della Ferrovia Retica a 2253 metri sul livello del mare. Durante il viaggio attraverso il cantone svizzero dei Grigioni è possibile collegare il proprio smartphone o tablet alla WLAN del treno e ottenere così ulteriori informazioni sul percorso ferroviario.

Consiglio CheckYeti: Chi vuole godersi la vista di un meraviglioso panorama montano, ma non ha tempo per una gita di un giorno, può godersi il tramonto dal Muottas Muragl. La montagna si trova a circa 10 minuti da St. Moritz e offre una fantastica vista sulla regione dei laghi dell’Engadina. La vista è così unica che ha ispirato poeti, scrittori e artisti per secoli.

Elisa di CheckYeti

Nata in Alto Adige, non posso che essere un’appassionata di montagne e, più in generale, di natura. Che ci siano 30 gradi o che ce ne siano -10, il mio motto è “trovare sempre nuove sfide e nuove emozioni all’aria aperta”.